in

HOT CORN RADIO | La colonna sonora da riscoprire? Midsommar di The Haxan Cloak

Ari Aster, lo script e la musica di Bobby Krlic. Il risultato? Ipnotico. Ecco perché (ri)ascoltarla

Una scena di Midsommar - Il villaggio dei dannati.

MILANO – Dopo l’esordio di Hereditary e in attesa del nuovo film con Joaquin Phoenix (Disappointment Blvd), questa volta con il nostro Hot Corn Radio torniamo ad Ari Aster e al suo Midsommar – Il villaggio dei dannati. Ormai un cult, ambientato in un remoto villaggio svedese durante un festival di mezza estate che si trasformerà in un incubo per Dani (Florence Pugh), il film aveva una notevole colonna sonora divisa tra melodie armoniose e suoni sinistri, firmata da Bobby Krlic aka The Haxan Cloak. «Cercare di essere all’altezza delle aspettative di un regista che ha scritto la sceneggiatura per la mia musica è stato un compito intimidatorio», ha dichiarato Krlic, «ma alla fine credo che sia stata l’esperienza più gratificante ed educativa che abbia mai avuto. Lavorare con Ari è stato un onore».

Sì, ma chi è Bobby Krlic? Nato in Inghilterra da genitori serbi, Krlic ha in realtà iniziato dalla scena indie per poi spostarsi verso il mondo delle colonne sonore grazie ad Atticus Ross che nel 2015 lo coinvolse sulla soundtrack di Blackhat di Michael Mann. Da lì, ecco anche Triple 9 e poi la chiamata di Ari Aster. Da lì in poi, Krlic ha anche cominciato a firmare score per videogiochi come quello di Returnal, ma tornando alla colonna sonora di Midsommar – film che ora trovate in streaming su CHILI qui – se proprio dovete partire da un brano per iniziare la riscoperta, allora cominciate da questo qui sotto: The House that Hårga Built.

 

 

 

 

 

Lascia un Commento

Howard Phillips Lovecraft

Da John Carpenter a Nicolas Cage | Tutte le volte di H. P. Lovecraft al cinema

Jesus Christ Superstar

Jesus Christ Superstar | Gli Anni Settanta e la religione pop di Andrew Lloyd Webber