in

Dal deserto ai fumetti | Se Mad Max: Fury Road è folle anche in versione comics

Aspettando l’arrivo di Furiosa, ecco il prequel a fumetti, una chicca da recuperare…

Comic-corn_Madmax
Tom Hardy versione fumetto nella graphic novel di Mad Max.

ROMA – La polvere. L’odore di cherosene. Il caldo del deserto. Non c’è vita, solo morte e disperazione. Il mondo come lo conoscevamo non esiste più. Ci sono solo granelli di sabbia, assetati di acqua, di sopravvivenza, di guerra. Tra loro, due anime ammaccate, silenziose, furenti: Max, a bordo della V8 Interceptor, e Furiosa, dolente Imperatrice di una terra schiacciata. Insomma: che meraviglia che fu Mad Max: Fury Road, un gioiello purissimo di cinema, diretto – rivisitando la sua saga Anni Ottanta – da George Miller con Tom Hardy nel ruolo di quel Max Rockatansky che fece le fortune di Mel Gibson negli anni Ottanta, a formare una coppia di fuoco con una Charlize Theron all’ennesima potenza. Il successo fu enorme, sei Oscar (tecnici) e le nomination come Miglior Film e Miglior Regia, oltre ai quasi 400 milioni di dollari incassati a livello globale.

jim_lee_nathan_fairbairn_mad_max_fury_road
Max Rockatansky, versione graphic novel

Subito, si gridò al capolavoro e, naturale conseguenza, arrivarono i rumors di una nuova trilogia. Niente di più azzardato, però. Perché, Miller ha scelto di tornare indietro, sfrecciando nel passato della Fury Road per raccontare della genesi del mito di Furiosa in Furiosa: A Mad Max Saga con Anya Taylor-Joy nel ruolo che fu della Theron e un inedito Chris Hemsworth. Nell’attesa di rivederlo al cinema dal 23 maggio con Warner Bros, il miglior modo per (ri)tornare in quell’atmosfera è recuperare la splendida collana a fumetti uscita nel 2015. La serie, più che seguire i fatti di Mad Max: Fury Road, anticipa la storia con un vero e proprio prequel che va a costruire il background dei personaggi.

furiosa
Furiosa, e quel prequel che non ti aspetti…

Dietro l’operazione, gli stessi autori del film: Mark Sexton e Nico Lathouris ai testi, con il soggetto di George Miller, ad evidenziare quanto l’operazione comics sia stata studiata nei dettagli. Pubblicato dalla DC Comics di Batman – sotto l’etichetta Vertigo –, con le tavole disegnate da Sexton (grandissimo storyboard artist australiano) e dall’italiano Andrea Mutti, matita, tra le molte, della Boom, Dark Horse e della stessa DC. Negli States, la serie è uscita in quattro volumi – prima di essere rilegata, insieme ad un quinto capitolo, nel tomo Mad Max: Fury Road – The War Ring – mentre in Italia, per la RW Edizioni, è arrivata in un unico volume, ancora reperibile nelle fumetterie o negli store online. Dunque, il consiglio è chiaro: andrebbe letto e recuperato, anche solo per sfogliare con mano quei disegni carichi di fiamme e diavoli.

mad max comics cover
Le cover dei quattro volumi targati DC/Vertigo

E per capire come una pellicola così importante possa rendere benissimo anche in versione fumetto. Niente cinema ma carta, a far da altare ad un prequel che spiega l’evoluzione di Nux e la sua entrata nei Figli di Guerra; racconta l’arrivo di Immortan Joe dopo il tracollo della società, concentrandosi poi su Max, subito dopo i fatti di Oltre la Sfera del Tuono, e di come sia riuscito a ricostruire una nuova Interceptor e, soprattutto, nel capitolo più discusso e controverso, c’è la comparsa di Furiosa, prima riconoscente a Immortan Joe (tanto da spingere le Cinque Mogli ai terribili abusi subiti, con i frame, fortemente criticati, che filtrano davvero poco…) e poi artefice di quella folle fuga mostrata per interno nel film.

mad max comics
C’era una volta. Ora, invece, c’è solo la Fury Road

E i disegni, come detto, non nascondo nulla: c’è sangue, c’è violenza, c’è adrenalina. Ma, il tocco che fa dell’opera qualcosa di molto vicino al cinema di Miller, sono i colori utilizzati su queste pagine. Così come nel film, la graphic novel, è pervasa da una fotografia opaca e afosa, dalle tinte prima ocra poi rosse poi color sabbia. In un incontro artistico e narrativo decisamente abbagliante. Pronti per correre, ancora una volta, sulla Fury Road? Se avete nostalgia del mondo di Max e non sapete più come ingannare l’attesa di Furiosa, questa è la porta giusta da cui entrare.

  • COMIC CORN | Scoprite qui le altre puntate della rubrica
  • PREVIEW | Furiosa: A Mad Max Saga, un film da aspettare
  • VIDEO | Qui per il trailer di Furiosa:

Lascia un Commento

Una scena di When The Light Breaks, un film di Rúnar Rúnarsson, in concorso a Cannes 77 nella sezione Un Certain Regard

VIDEO | Elín Hall, Rúnar Rúnarsson e una clip in anteprima di When The Light Breaks

Kristen Stewart ci porta dietro le quinte di Love Lies Bleeding di Rose Glass, prossimamente al cinema con Lucky Red

VIDEO | Con Kristen Stewart dietro le quinte di Love Lies Bleeding