in

Da Estate 1993 al jazz di Eva Fernàndez Trio: la cultura Catalana arriva a Roma

Cinema, letteratura e musica: il Festival della Cultura Catalana si terrà nella Capitale dal 16 al 18 aprile

La giovane protagonista di Estate 1993, uno dei film in programma nella rassegna.
Freshly Popped

ROMA – Il cinema? Non è solo quello della sala. Ci sono le arene, le rassegne e quei festival che, soprattutto in primavera, ci fanno conoscere una cinematografia lontana, facendoci respirare colori diversi. Come nel caso del Festival della Cultura Catalana, in arrivo a Roma, dal 16 al 18 aprile. Alla prima edizione, e in occasione della Festa di Sant Jordi, patrono della Catalogna, la kermesse si aprirà con la presentazione de Il Romanzo di San Jordi, introdotto dall’autore Màrius Serra, alla Casa delle Letterature.

Gli Eva Fernàndez Trio.

Già perché, nei tre giorni catalani, non ci sarà solo il cinema, ma anche la letteratura e la musica. Infatti, nella serata conclusiva arriverà a Roma il gruppo di jazz Eva Fernàndez Trio. Tornando ai libri, invece, al Cinema Farnese, verrà presentato Incerta Gloria di Joan Sales, mentre l’autrice Coia Valls terrà una masterclass alla Feltrinelli-Galleria Alberto Sordi. E i tre film in programma? Eccoli, di seguito, nel dettaglio. Ricordando che tutte le proiezioni si terranno sempre al Cinema Farnese.

FORMENTERA LADY di Pau Durà

Citando il prano dei King Crimson dall’omonimo titolo, Pau Durà (che accompagnerà la proiezione), racconta nella sua opera prima la storia di Samuel (José Sacristán), che vive a Formentera, sin dagli Anni Settanta, da quando era in piena epoca hippie. La sua tranquilla e pacata esistenza si altera quando sua figlia Anna (Nora Navas) si presenta con il figlio, Marco (Sandro Ballesteros). Samuel deve allora farsi carico del nipote e imparare a fare qualcosa che non ha mai fatto prima: prendersi delle vere responsabilità.

ESTATE 1993 di Carla Simón

Presentato prima al Festival di Berlino del 2018, dove ha vinto il GWFF Best First Feature Award, e poi selezionato dall’Academy per rappresentare la Spagna agli Oscar 2018, Estate 1993, diretto da Carla Simón, un dramma familiare vissuto da Frida (Laia Artigas), una bambina di sei anni, che lascia Barcellona e i suoi nonni dopo che i suoi genitori sono morti. La piccola trascorre la sua prima estate in campagna, nella provincia catalana, con la sua nuova famiglia adottiva, gli zii Esteve e Marga (David Verdaguer e Bruna Cusí). Nonostante il loro amore, la piccola Frida vuole scappare, ritrovarsi, superare e affrontare le sue mancanze a modo suo, prima che l’estate del 1993 finisca.

INCERTA GLORIA di Agustí Villaronga

Sotto la cornice della Guerra Civile Spagnola, 1937, il regista Agustí Villaronga si sposta sul fronte di Aragona, dove incontriamo Lluís (Marcel Borràs) un giovane ufficiale repubblicano che ricopre una posizione temporanea. In questo periodo incontra Carlana (Núria Prims), una vedova enigmatica, da cui rimane affascinato. Carlana riesce così a convincerlo a falsificare un documento per diventare la Signora della regione. Ma tutto si complica quando Juli Soleràs (Oriol Pla), un ufficiale di grado maggiore, scopre la frode e decide di stringere un patto con Luis per non denunciarlo.

Lascia un Commento

Big Little Lies: ecco il trailer della seconda stagione della serie HBO

Box Office | After supera Dumbo e arriva primo, Hellboy non convince