in

HOT CORNER | Omar Rashid: «La realtà virtuale e il mio punto di vista sul lockdown»

Ospite del nostro Hot Corner, il regista racconta il suo incredibile viaggio in VR dentro il lockdown

Omar Rashid ospite al nostro Hot Corner a Roma in via del Babuino.

ROMA – La realtà virtuale come strumento per raccontare il lockdown? Sì, può succedere. Questo è quello che è riuscito a creare il regista Omar Rashid con il suo pregevole Lockdown 2020 – L’Italia invisibile, un’esperienza prodotta dalla sua Gold in collaborazione con Rai Cinema e pensata in VR con le voci di Matilde Gioli e Vinicio Marchioni ad accompagnare lo spettatore. Il risultato? Strabiliante, un’opera di potenza visiva incredibile, che ci porta dentro le città italiane deserte, da Venezia a Roma, e che rischia davvero di diventare un documento storico fondamentale per le generazioni che verranno. Nel dialogo con Andrea Morandi, direttore di Hot Corn, Rashid racconta presente e futuro della VR. E le nuove sfide…

  • Qui la nostra intervista:

Lascia un Commento

Oscar, protagonista de Il Mio Corpo

Il Mio Corpo | In esclusiva una clip e il manifesto del film di Michele Pennetta

Il libro, Robin Williams e Trump | Il mondo secondo Garp quarant’anni dopo