in

A Modern Family: La nuova irriverente commedia gay dai toni politically correct

Come cambia una coppia con l’arrivo di un bambino? Ce lo mostrano Steve Coogan e Paul Rudd

Preview

A Modern Family non è la classica commedia LGBT che ci si potrebbe aspettare, ma è un scorcio pieno di risate su quello che sta diventando sempre di più la realtà. E il regista Andrew Fleming porta sul grande schermo questa realtà in modo politically correct, ma senza escludere gag divertenti e senza scadere in banali cliché. 

Protagonisti della pellicola sono Erasmus e Paul (rispettivamente Steve Coogan e Paul Rudd), una coppia gay decisamente stravagante che si divide tra il lavoro, le feste sfarzose e una crisi amorosa che non riescono a superare. Compagni di vita da 10 anni, la loro vita decisamente sopra alle righe verrà sconvolta dall’arrivo di Bill (Jack Gore). E no, Bill non è il terzo uomo che minaccia di rovinare la relazione dei due, ma è il nipote di Erasmus. Nipote biologico, perché Erasmus in passato ha avuto un figlio di nome Dale (Jake McDorman) con cui non ha più rapporti e che passa la sua vita diviso tra delinquenza e droghe. In uno squallido motel Dale viene arrestato, mentre Bill riesce a fuggire portando con sé una pagina della Bibbia con segnato l’indirizzo del nonno.

Inutile dire che l’arrivo di Bill cambierà completamente la vita di Erasmus e Paul e il loro rapporto di coppia già di per sé precario. Riusciranno i due a fronteggiare la situazione, allevare un bambino pressoché sconosciuto e mantenere salda la loro relazione? Lo scopriremo tra gag divertenti e qualche lacrima il 12 luglio 2018, data di uscita di A Modern Family al cinema!

Nel frattempo, scopriamo il trailer ufficiale di A Modern Family:

Lascia un Commento

Jurassic World 3: Sam Neill e Laura Dern pronti ad entrare nel cast del terzo film della saga

Da Angelo Badalamenti a Gene Kelly: la playlist dei classici di Hot Corn