in

VIDEO | Giovanni Storti e Alessandra Faiella raccontano Le voci sole

I due attori raccontano l’esperienza sul set del film, al cinema fino al 6 luglio

le voci sole
Giovanni Storti e Alessandra Faiella

TAORMINA – «Sia io che Giovanni siamo attori che vengono dal teatro ed è il nostro amore. Per me la dimensione del cinema è molto diversa da quella del teatro perché dal punto di vista attoriale devi lavorare molto di più in sottrazione». Alessandra Faiella racconta così a Hot Corn l’approccio recitativo ne Le voci sole, il film diretto da Andrea Brusa e Marco Scotuzzi e presentato in Concorso al Taormina Film Fest 68 in sala il 4, 5 e 6 luglio. Al suo fianco Giovanni Storti, qui al primo ruolo drammatico nel ruolo di un padre costretto a emigrare in Polonia per cercare una nuova occupazione e che resta in contatto con la moglie e il figlio grazie a lunghe videochiamate. Quando una di queste telefonate diventa virale in rete, la coppia raggiunge una popolarità tale da stravolgere le loro vite. «Credo che non abbiamo ancora gli strumenti per utilizzare un mezzo così spiazzante come i social. Ti può dare una grandissima fama, ma ti può distruggere….».

  • Alessio Lauria, Aldo Baglio e Lucia Ocone raccontano Una boccata d’aria
  • Noemi: «Io, tra Lezioni di Piano e il mio ruolo da giurata»
  • Francis Ford Coppola racconta i cinquant’anni de Il Padrino 
  • Ferzan Özpetek: «Le Fate ignoranti e Ferzaneide, il mio one man show»
  • Volete scoprire la sezione HOT CORN TV? La trovate qui

Lascia un Commento

Filippo Scotti

HOT CORN RADIO | La playlist di Spotify firmata da Filippo Scotti per Hot Corn

QUIZ CORN | Un’immagine, un film. Quanto conoscete il cinema di Christian Bale?