in

American Assassin | Micheal Keaton e la storia vera che ha ispirato il film

Dall’attentato di Lockerbie al romanzo di Vince Flynn: così è nato l’action thriller di Michael Cuesta

American Assasin
American Assasin

MILANO – Un attentato sanguinario. Una fitta rete di spie. Il desiderio di vendetta che guida ogni azione. Sono questi i fili conduttori di American Assassin, l’action thriller diretto da Michael Cuesta con Micheal Keaton, Dylan O’Brien e Taylor Kitsch. Tratto dall’omonimo romanzo di Vince Flynn (edito in Italia da Time Crime), il film ci introduce nella vita di Mitch Rapp (O’Brien, già visto in Teen Wolf e Maze Runner – La rivelazionebrutalmente sconvolta, quando la sua fidanzata Katrina viene uccisa in un attentato terroristico a Ibizia.

American Assassin
Dylan O’Brien è Mitch Rapp in American Assassin

Distrutto dagli eventi, Mitch troverà la forza di andare avanti avendo solo come obbiettivo quello di vendicarsi. Sarà così che Rapp si ritroverà a stretto contatto con una cellula jihadista, un veterano della Guerra Fredda (Michael Keaton) e la CIA, che lo coinvolgerà in un’operazione ad alto tasso di adrenalina. Non vi sveliamo di più sulla trama di American Assassin, ma vi segnaliamo una significativa variazione fra la storia raccontata sul grande schermo e quella che si sviluppa fra le pagine scritte da Flynn.

American Assassin
Shiva Negar con Michael Keaton, Neg Adamson e Dylan O’Brien in una scena di American Assassin

L’attentato che apre il film infatti è stato ideato per “esigenze creative”. «Ho dovuto creare qualcosa che fosse davvero contemporaneo» ha rivelato lo sceneggiatore Stephen Schiff. Ma nel testo originale di Flynn a scatenare il domino che trasforma Rapp da un uomo qualunque a un agguerrito agente dell’antiterrorismo è l’attentato di Lockerbie: un drammatico fatto di cronaca che vide la morte di 270 persone.

American Assassin
Taylor Kitsch in versione “action” per American Assassin

Il 21 dicembre del 1998 un aereo Pan Am in volo da Londra a New York precipitò appunto a Lockerbie, un piccolo villaggio scozzese. Nell’incidente morirono tutti i passeggeri a bordo e undici abitanti della cittadina. Come rivelarono le indagini, ad abbattere il Boeing 747-121 fu un esplosivo al plastico nascosto in una valigia Samsonite. Tre anni più tardi gli investigatori arrivarono a Abdel-Basset Ali al-Megrahi e Lamin Khalifah Fhimah, appartenenti all’Intelligence libica.

La strage di Lockerbie
L’aereo Pan Am precipitato a Lockerbie

Dopo anni di tensioni diplomatiche fra Stati Uniti e Libia, nel 2001 solo al-Megrahi fu condannato all’ergastolo. Restò in carcere fino al 2009, quando gli fu permesso di tornare in Libia per ragioni umanitarie. Morì nel 2012 a causa di un cancro. A 32 anni di distanza la strage di Lockerbie resta l’attacco terroristico più grave compiuto contro un aereo civile, secondo solo agli attentati dell’11 Settembre.

Volete rivedere American Assasin? Lo trovate qui su CHILI

Lascia un Commento

Oscar 2020 | Scarlett, Renée o Charlize? Chi vincerà la statuetta come migliore attrice?

la guerra è finita

Sandro Petraglia: «La guerra è finita? Racconta il passato ma guarda al presente»