in

Paola Cortellesi rilegge Alicia Giménez Bartlett: sarà Petra Delicado in una nuova serie

Tratto dai gialli di Giménez-Bartlett, le riprese dello show si stanno svolgendo a Genova e Roma

petra

Sono partite le riprese di Petra, la nuova serie tv originale Sky prodotta da Cattleya, in associazione con Bartlebyfilm. E, in questi giorni, il cast si trova a Genova, per poi spostarsi, in seguito, a Roma. Scritte da Giulia Calenda, Furio Andreotti e Ilaria Macchia, le quattro storie gialle narrano le vicende di Petra Delicato, detective di Barcellona creata dalla penna della scrittrice spagnola Alicia Giménez-Bartlett che, con il primo romanzo Riti di morte pubblicato in Spagna nel 1996, e in Italia nel 2002, ha venduto oltre un milione e mezzo di copie.

Paola Cortellesi sul set di Petra.

A vestire i panni di Petra, ispettrice della mobile di Genova con due matrimoni falliti alle spalle, che si occupa di risolvere casi, ci sarà Paola Cortellesi. Accanto a lei ecco il vice ispettore Antonio Monte, esperto poliziotto prossimo alla pensione, interpretato da Andrea Pennacchi. Oltre alla protagonista della storia e all’autrice del romanzo, anche la regia è stata affidata a una donna: Maria Sole Tognazzi che, per la prima volta si mette in gioco in una produzione televisiva. A proposito del ruolo, la Cortellesi ha spiegato: «Petra è una donna abile eppure imperfetta, che ha il coraggio di liberarsi dai cliché femminili, fra tutti il bisogno di piacere agli altri. Cerca una via d’uscita e non ha paura di pagarne il prezzo. Amo questo personaggio, creato dalla penna acuta di Alicia Giménez-Bartlett. E sono felice di poterlo interpretare diretta da una regista (e amica) eccezionale come Maria Sole Tognazzi».

petra
Maria Sole Tognazzi, nel backstage di Petra.

Le due hanno infatti già collaborato in Passato prossimo, film che valse a Tognazzi il Globo d’Oro per la Miglior Opera prima e un Nastro d’Argento come miglior regista esordiente. La regista, su Petra, ha detto: «Nei miei film ho sempre voluto raccontare donne anticonvenzionali, libere, sorprendenti, che sfidassero il senso comune. E in Petra ho trovato l’occasione perfetta per cimentarmi in un grande progetto mantenendomi fedele ai temi che mi sono più cari. Sono orgogliosa che mi sia stata affidata la responsabilità di tradurre sullo schermo questo stupendo personaggio creato da Alicia Giménez-Bartlett e sono convinta che abbia tutte le caratteristiche per diventare un ruolo iconico e amato dal pubblico».

Lascia un Commento

Sofia Coppola, solo figlia d’arte? No, autrice originale | La puntata del podcast di Hot Corn

HOT CORN Radio | Kendrick Lamar, 2Pac e il suono arrabbiato de Il coraggio della verità