in

Da Shakespeare a Pagan Peak: ecco i 6 pilot da non perdere del TriBeCa Tv Festival

Comedy ma non solo: ecco la Fall Pilot Season con le sei più interessanti serie tv presentate al festival

Serial

NEW YORK – Non c’è mai stata così tanta televisione girata a New York come in questo momento, il che ha inevitabilmente portato il TriBeCa Film Festival ad espandersi anche sul piccolo schermo, proprio con il successo del suo collaterale TV Festival. E, proprio come il fratello maggiore del grande schermo, il TriBeCa TV Festival è stata un’occasione per vedere nuove serie tv fare il loro debutto mondiale, oltre che a conversazioni e Q&A con attori e creatori delle più amate series. E, quest’anno, il TriBeCa ha inaugurato la Fall Pilot Season, ovvero una vetrina di sei nuove commedie. E, noi di Hot Corn, ve le raccontiamo una per una, mettendo sotto la lente di ingrandimento anche una serie crime girata sulle Alpi…

GREAT EXPECTATIONS Dopo aver perso il lavoro, l’appartamento e il fidanzato a Londra, Pip torna a casa nella campagna della Brexit Britain. Di fronte alle corrotte case di cura, ai consigli locali poco raccomandabili e alla gentrificazione, inizia il viaggio di Pip verso la disuguaglianza sociale come membro del parlamento. Riprendendo il romanzo di Charles Dickens da una prospettiva femminile moderna, Great Expectations è un viaggio fresco e dolce di una donna che cerca di trovare il suo posto in un mondo in cui si sente a disagio. Con Pip Swallow, David Hemsted, Fred Fergus, Will Hislop, Andy Gathergood e Katie Stevenson.

Il banner del TriBeCa di Great Expectations.

I WAS A TEENAGE PILLOW QUEEN  Nora Nelson era una scrittrice romanzi hard molto acclamata, ma ora è cresciuta e si è sistemata. Piuttosto che sentirsi a terra, si ritrova alla deriva. Il problema di salute del marito mette fine alla loro vita sessuale, perciò lui suggerisce di rendere la loro relazione aperta. Nora è d’accordo, e scopre che il sesso occasionale è proprio quello di cui ha bisogno per far emergere la sua creatività. Inizia così a porsi domande sull’oggettivazione, l’invecchiamento, l’impegno sentimentale e la realizzazione creativa. Il tutto rimanendo emotivamente impegnata con il suo fidanzato mentre si incontra con tanti altri uomini… Con Claire Coffee, Josh Pais, Wayne Wilderson, Anne-Marie Johnson, Camille Chen e Peter Cellini.

I Was a Teenage Pillow Queen
I Was a Teenage Pillow Queen, una scena.

LIVIN ‘ON A PRAIRIE Lei è Pamela, una trentenne single a New York, che desidera ardentemente le cose semplici della vita: lo spirito di una famiglia e di essere amata incondizionatamente. I valori le sono stati inculcati fin dall’infanzia grazie alla più importante influenza della sua vita: il classico della NBC degli anni ’70, Little House on the Prairie.
Ma non è che Pamela stia attenendosi un po’ troppo a questo show? Con Pamela Bob, Matt W. Cody, Paul Moon, Susan G. Bob, Alison Arngrim, Charlotte Stewart.

Livin 'on a Prairie
Livin ‘on a Prairie di Pamela Bob.

MY FRIEND WILL Jake, uno scrittore depresso di New York, è sempre più stufo della sua vita e della mancanza di significato dell’arte. Un giorno il defunto William Shakespeare, per una strana anomalia, appare nel suo appartamento. Attraverso la loro esplorazione della città, Jake impara dal famoso autore che alcune cose non dovrebbero essere prese troppo sul serio. William, invece, ha difficoltà ad apprezzare questa nuova epoca che ha idolatrato il suo lavoro, riscoprendo se stesso, e pure i celebri burritos della Grande Mela. Con Elijah Guo, William John Austin, Peter O’Connor, Osh Ghanimah, James Lurie, Kate Vos.

A spasso con Shakespeare.

SHRIMP Shrimp è una tragicomedy sulle vite quotidiane delle donne in ambito professionale. Contrariamente alla credenza popolare, le più capaci professioniste non dormono con i loro clienti, ma ciò non significa che il loro lavoro sia più facile. Mentre sono assunte per far sentire i ricchi e potenti sempre al centro dell’attenzione, lontano dal lavoro sono bloccate negli stessi problemi di tutti, mentre lottano per capire cosa diavolo sia, diciamo, una vita normale. Con Conor Leslie, Zelda Williams, Paulina Singer, Frances Fisher, Jake Abel, Jacob Zachar.

shrimp
Una scena di Shrimp.

PAGAN PEAK Dopo aver trovato un cadavere, appoggiato su un masso nelle Alpi vicino al confine tra Austria e Germania, vengono inviati due investigatori ad indagare. Per la detective tedesca Ellie, questa è la prima vera sfida della sua carriera; mentre il suo collega austriaco Gedeon sembra aver perso ogni ambizione lavorativa. Molto presto, scoprono più scene del crimine con vittime simbolicamente posate, che ricordano i rituali pagani. Sembra tutto parte di un piano più grande e complesso. Ellie si trova sotto pressione per comprendere i motivi del killer. La caccia li conduce sempre più in profondità, nelle buie valli e nel mondo paranoico dell’assassino. Con Julia Jentsch, Nicholas Ofczarek, Franz Hartwig, Hanno Koffler, Lucas Gregorowicz.

L’europeo Pagan Peak.

Lascia un Commento

Al Pacino, Robert De Niro e quel caffè che sapeva di sfida: Heat

box office

Box Office: Venom subito in testa, successo in Italia e record negli Stati Uniti