in

Il matrimonio del mio migliore amico: la reunion va in scena su Instagram

Ventidue anni dopo, il cast della rom-com di P. J. Hogan si ritrova per condividere i ricordi del film

il matimonio del mio migliore amico
Julia Roberts con i suoi "migliori amici" per la reunion de Il matrimonio del mio miglior amico

Entertainment Weekly continua a puntare dritto al cuore. Sì, perché dopo le foto di Zooey Deschanel e Joseph Gordon Levitt per la reunion di 500 giorni insieme a dieci anni dall’uscita al cinema, il magazine ha riunito i protagonisti un’altra celebre rom-com. Di chi stiamo parlando? Di Julia Roberts, Cameron Diaz, Rupert Everett e Dermot Mulroney. I protagonisti de Il matrimonio del mio migliore amico, la pellicola diretta nel 1997 da P. J. Hogan diventata un classico grazie (anche) a I Say a Little Prayer (For You) di Diana King intonata dai quattro in una delle sequenze più popolari del film.

il matrimonio del mio migliore amico
Rupert Everett: “I Say A Little Prayer and…bingo!”

E durante la reunion sono stati rivelati aneddoti e segreti del dietro le quinte. Un esempio? Proprio l’inserimento di quella scena che, più di tutte, ha permesso al film di diventare un cult e rimanere impresso nell’immaginario dei fan. Pensare che all’inizio neanche era presente in sceneggiatura ma le lamentele di Rupert Everett durante i provini, dovute al poco spazio riservato al suo George, hanno fatto la fortuna del film.

il matrimonio del mio migliore amico
Cameron Diaz condivide uno scatto della reunion sul suo profilo Instagram.

Inoltre lo stesso Hogan era intenzionato a realizzare un film con delle parentesi musicali e quella di Everett gli sembrava la scelta più azzeccata. «Volevo davvero dare a George più spazio… E poi avevo sempre voluto realizzare una scena in un ristorante. Parlando con mia moglie mi sono detto: “Se fosse lui ad intonare una canzone che conoscono tutti?”». Ed è proprio con le parole della canzone della King che Rupert Everett condivide uno scatto dello shooting con i suoi followers: «I Say My Little Prayer and…bingo!».

il-matrimonio-del-mio-migliore-amico1
Everett ripensa a quando la parte del suo George era di sole due battute.

Una reunion che ha riacceso un genuino entusiasmo non solo nei fan ma anche negli stessi protagonisti. Sarà perché Il matrimonio del mio migliore amico ha segnato davvero uno dei massimi picchi del genere della rom-com, riuscendo ad essere esilarante ma allontanandosi anche dai cliché. «Penso che il film sia veramente intelligente e divertente» ha dichiarato la Roberts, che sui social si mostra felice per il tempo passato con alcuni dei suoi migliori amici. E continua: «La scena che per me ha reso tutto così autentico e sincero è quando dico finalmente al personaggio di Dermot: “Scegli me. Lascia che ti renda felice”. Solo quella battuta: così concisa, dolce e piena di significato».

Volete (ri)vedere Il matrimonio del mio migliore amico? Lo trovare su CHILI

Lascia un Commento

Raoul Bova: «Io, italiano a Hollywood, sopravvissuto grazie ai consigli di Sophia Loren»

Andarsene oppure restare? La Famiglia Bélier e l’obbligo di inseguire un sogno