in

Dietro il terrore: Paul Greengrass racconta la strage di Oslo in 22 July

La cronaca del folle e brutale attentato nel nuovo film del regista candidato all’Oscar

22 July
Freshly Popped

Già il trailer è fortissimo, con quell’ombra delirante di uno dei più efferati attacchi terroristici che hanno sconvolto il mondo. Così, il regista Paul Greengrass racconta, in 22 July, proprio il 22 luglio 2011, quando settantasette persone sono state uccise dalla follia di Anders Breivik, estremista radicale di destra, che prima ha fatto detonare un’autobomba nel cuore di Oslo, e poi, sull’isola di Utøya, vestito da poliziotto, ha sparato su un gruppo di giovani, durante un campus organizzato dal Partito Laburista Norvegese. Il film, scritto e diretto da Paul Greengrass, è basato sul libro Uno di noi: La storia di Anders Breivik, firmato da Åsne Seierstad.

22 July, una scena.

«La violenza? Nel film è solo una piccola parte» – ha racconta il regista, durante la presentazione del film, in Concorso alla Mostra di Venezia – «ho parlato con l famiglie delle vittime: non volevano che l’attacco terroristico fosse addolcito, pur rappresentarlo in modo rispettoso». Continuando: «Girando 22 July, ho cercato di capire come l’Europa stesse andando verso una deriva populista, in un modo che risultava essere senza precedenti dopo la seconda guerra Mondiale. Quanto accaduto ad Oslo, ci ha consentito di vedere quanto stava succedendo in Europa. E, certamente, il film è una sorta di riflessione per affrontare l’argomento». Tra gli interpreti del film, Anders Danielsen Lie, Jon Øigarden, Jonas Strand Gravli, Maria Bock, Thorbjørn Harr, Ola G. Furuseth, Seda Witt e Isak Bakli Aglen. 22 July debutterà mercoledì 10 ottobre su Netflix.

Qui potete vedere il trailer di 22 July:

Lascia un Commento

Natalie Portman: «Vox Lux? Un ritratto del presente visto con gli occhi di una popstar»

Doctor Who: Annunciata la data ufficiale di uscita dell’undicesima stagione